Trafilare le palle ogivali

Trafilare le palle ogivali

Metto in chiaro subito dall'inizio che queste poche righe non sono un vero e proprio manuale da seguire esattamente, la cosa migliore sarebbe vedere dal vivo la procedura.

Prima spiego perchè bisogna trafilare le palle.
Le canne vengono forate, rettificate, rigate, tolgono le sbavature eventualmente rettificandole di nuovo, infine lappate.
Avere delle canne tutte perfettamente uguali è quindi impossibile, una “tolleranza” di un paio di centesimi di millimetro è normale (nelle armi antiche questa tolleranza è maggiore). 

Le palle quando vengono fuse non sono perfettamente cilindriche, hanno anche delle piccole sbavature, quindi se misurate con un micrometro daranno valori diversi anche di 3-4 centesimi di millimetro, inoltre non hanno tutte lo stesso peso.

Questa, presa così, misura 11,42

b_650_250_16777215_00_images_dispense_avancarica_trafilare_palle_trafilare_palle_01.jpg

Ma se la giro di 90° misura 11,445 perchè c'è la riga di congiunzione dello stampo che fa spessore. 

b_650_250_16777215_00_images_dispense_avancarica_trafilare_palle_trafilare_palle_02.jpg

Per il mio Gibbs il peso ideale è di 34,7 - 34,8 gr. (grammi)
Quelle più leggere hanno delle soffiature, quelle più pesanti sono così perchè la forma dove sono
state fuse non era chiusa perfettamente, la loro sezione non è circolare e darebbero dei problemi
nella trafilatura, impastandosi dentro, si deformano.Io seleziono le palle per il peso con una tolleranza di 0,1 gr.

b_650_250_16777215_00_images_dispense_avancarica_trafilare_palle_trafilare_palle_03.jpg

La palla, ben ingrassata, >>>DEVE<<< scivolare dentro la volata senza nessun sforzo, ma non deve avere neanche gioco, pochissimo gioco lo prenderà in culata perchè le canne non sono forate cilindriche ma leggermente coniche.

La pressione provocata dall'esplosione delle polveri deforma leggermente la palla, che dilatandosi prende le righe già dalla culatta, proseguendo verso la volata la canna si stringe e quindi la palla mantiene la pressione sulla rigatura.

Questo è quello che serve per trafilare

b_650_250_16777215_00_images_dispense_avancarica_trafilare_palle_trafilare_palle_04.jpg

  • A sin. il grasso.
  • A dx in alto i 2 supporti in alluminio del trafilatore.
  • A dx in centro il perno per spingere la palla nel trafilatore.
  • Sotto a sin. della palla i 2 trafilatori del Pedersoli con il foro di 2 diametri diversi (11,41 e 11,43)
  • A sin di questi altri 2 trafilatori fatti da me al tornio, forati leggermente più grandi (11,44 e 11,45)

Introduco il trafilatore con il foro più grosso nel supporto.

Ingrasso leggermente la palla.
Chiudo il trafilatore.
Introduco il perno.

b_650_250_16777215_00_images_dispense_avancarica_trafilare_palle_trafilare_palle_05.jpg

La palla esce dall'altra parte è leggermente più cilindrica e di diametro uniforme:

b_650_250_16777215_00_images_dispense_avancarica_trafilare_palle_trafilare_palle_06.jpg

Ripeto con altri trafilatori fino a raggiungere il diametro voluto.
Qui si pone il problema del diametro giusto, che deve tenere conto di molte varianti.

  1. diametro effettivo della canna
  2. granulometria della polvere e quindi velocità di combustione con conseguente pressione
  3. a pari granulometria la marca della polvere fa ancora differenza, nel senso che una FF di una marca ha una velocità di combustione leggermente diversa da una FF di un'altra marca
  4. la percentuale di piombo e di altri metalli presenti nella lega della palla rendono la palla più o meno morbida e quindi più o meno sensibile alla dilatazione della palla nella canna al momento dello scoppio

Quindi per determinare il diametro esatto della palla giusta per quell'arma, l'unico metodo è provare, provare e poi ancora provare.

Ciao, Rombaball