Mauser K98

“Il mito con le aquile”


 b_650_250_16777215_00_images_recensioni_K98K_k981.jpg

Arma fotografata dalla mia collezione privata.

Recensione di IKE

 

PREMESSA:

Il K98 è un'icona. Come il 91 per gli italiani e il Garand per gli americani, il Nagant per i russi, il K98 è l'arma che ha accompagnato i soldati tedeschi durante la seconda guerra mondiale. E' stato disprezzato per gli innumerevoli fatti di sangue avvenuti nei lager, è stato ammirato in centinaia di film. Il Mauser è un'icona. E come tale risplende nel firmamento delle armi ex ordinanza. Nel bene e nel male.

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_K98K_Ed_Harris_1.jpg

staling2.jpg

Ed Harris in due scene dal film "Il nemico alle porte".

 

STORIA:

Il Mauser Karabiner 1898 Kurz nasce dalla modifica di un'altra buona carabina, ovvero il Gewehr 98, arma d'ordinanza sostituita dal protagonista di questa recensione, ideata e prodotta da Peter Mauser fin dal 1898.

Nel 1935, con le intenzioni belliche dell'allora classe dirigente tedesca, la Mauser riceve la commessa per la fornitura dell'arma lunga con cui dotare le truppe, ma l'esercito richiede alcune modifiche, mandando di fatto in pensione il Gewehr 98.

Difatti il K98 differisce dal suo progenitore per la lunghezza della canna,  numero dei colpi nel caricatore, manetta dell'otturatore e sistema di mira.

Ne vennero prodotti oltre 14 milioni di esemplari per innumerevoli eserciti di altrettante nazioni.

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_K98K_k982.jpg

SPECIFICHE TECNICHE:

Tecnicamente è un Mauser! Sembra una battuta, invece racchiude un concetto limpido: L'azione Mauser.

L'azione Mauser consiste, come tutti sanno, principalmente nelle peculiarità dell'otturatore e nel sistema di armamento.

Il funzionamento è quello di un'arma bolt-action a ripetizione ordinaria (armamento manuale) con otturatore girevole scorrevole.

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_K98K_mauser_otturatore_1.jpg

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_K98K_mauser_otturatore_2.jpg

Particolari dell'otturatore.

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_K98K_k98_otturatore_armato.jpg 

Otturatore armato in sicura (sicura a bandiera Mauser).

L'azione Mauser è stata ripresa, modificata, migliorata o semplicemente palesemente copiata da moltissime carabine, esempi lampanti sono stati creati nelle fabbriche di Springfield, per quanto riguarda gli Enfield si può dire che i progettisti non sono di certo rimasti solo a guardare!

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_K98K_mauser_alzo.jpg

Particolare dell'alzo da 100 metri a 2 chilometri (ottimisti!):

L'alimentazione avviene tramite lastrine di caricamento da 5 proiettili, che una volta spinti nel serbatoio (integrato nell'arma, non esterno o sporgente), si svincola dai proiettili cadendo. Ma può avvenire anche con singole unità.

Ne esistono due versioni per tiratori scelti, uno dotata di ottica ZF41 e l'altra dotata di ottica ZF42, la prima ha la metà degli ingrandimenti della seconda.

Le baionette sono molto affascinanti e ne esistono di vari modelli, questa è la mia:

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_K98K_baio_mauser.jpg

 b_650_250_16777215_00_images_recensioni_K98K_k98_con_baio.jpg

 

CARATTERISTICHE TECNICHE:

 

PRODUTTORI: Innumerevoli, dalla Mauser alla ERMA, dalla J.P. Sauer und Sohn alla Steyr-Daimler-Puch A.G., tanto per citarne alcuni.

MODELLO: Mauser Karabiner 1898 Kurz.

TIPOLOGIA: Carabina a ripetizione ordinaria con otturatore girevole scorrevole.

CALIBRO:             8 x 57 JS.

CARICATORE:            Mediante lastrina contenente 5 colpi.

SICURA: Manuale sull'otturatore.

MIRE: Diottra regolabile in elevazione e deriva e mirino a lama dotato di ponticello di protezione fissato in volata a coda di rondine.

MATERIALI: Azione in acciaio, acciaio brunito e calciatura in legno (massello o lamellare).

CANNA:                     mm 600 – 4 righe destrorse a passo costante.

DIMENSIONI:             lunghezza totale mm 1107

                                peso gr. 3900

IL MIO MAUSER:                               

Il mio è un gran bel K98.

Sarà perché non amo questo fucile, in primis per le vicende a cui è legato, sarà perchè in giro si trovano dei "tarocchi" veramente eclatanti, la ricerca è stata lunga e difficoltosa, ma infine ho trovato quello che mi si addiceva di più.

In effetti è molto poco "vissuto", praticamente nuovo anche se è un 1939.

Difficile reperire la storia, ma un punto fermo ce l'ho: è un preda bellica russa.

Come tale di guerra ne dovrebbe aver fatta poca, e si vede da come è tenuto, anche se da informazioni reperite qua e la, sembra che i russi abbiano immagazzinato queste e molte altre armi per anni ed infine, una volta smontati tutti e ricondizionati, li abbiano chiaramente rimontati alla rinfusa, per questo è impossibile trovarne di monomatricola, ma questo a me poco importava.

Un ex ordinanza monomatricola è un'arma che è rimasta sempre in rastrelliera oppure un falso plateale.

La canna è ottima, l'otturatore, come deve essere un k98 tedesco, è ben brunito e i legni......beh i legni non erano proprio così, c'è voluta qualche oretta di restauro per togliere quella vernice spessa e opaca, probabilmente opera di qualche operaio russo perché assomigliava molto a quella che solitamente si trova sui Nagant, ma adesso, finito a cera fa la sua porca figura!

Ammetto che anche le calciature in legno lamellare hanno un loro fascino, rappresentando comunque questa arma in modo egregio.

La dotazione di waffen, numeri e simboli è ottima, la X indica che si tratta appunto di un preda bellica russa.

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_K98K_mio_k98_punzoni.jpg

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_K98K_mio_k98_1.jpg

I simboli 1939 e 42 indicano il primo l'anno il secondo lo stabilimento di produzione che nella fattispecie è la Mauser Werke A.G., Oberndorf-am-Neckar.

Il piccolo 7,91 sul raccordo indica il calibro, corrispondente all'8 x 57 JS.

Ecco l'attacco della baionetta:

 

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_K98K_mauser_attacco_baio.jpg

Questa è la baionetta, anch'essa brunita e con le guancette in legno:

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_K98K_mio_k98_baio.jpgIn poligono si comporta egregiamente, tira bene anche con munizioni commerciali a buon mercato, anche se il rinculo, devo ammettere che è deciso. La botta sulla spalla è netta, non lascia scampo, e se non si è imbracciato correttamente può capitare anche di prendersi uno schiaffo dalla pala del calcio.

L'azione Mauser poi è categorica: 90 gradi alla manetta, indietro, il bossolo salta via, avanti ai 90 di ritorno, come se l'arma fosse nuova.

Il peso dello scatto è notevole, ma non me la sono mai sentita di metterci le mani, primo per non snaturare l'arma, secondo perché non ho intenzione di usarlo in competizione, terzo perché è un'arma da guerra: rude, marmorea, non avrebbe molto senso con uno scatto da tiro.

Anche se non è un'arma da tiro è sufficientemente precisa ed indubbiamente molto divertente.


Back                          Home