Baikal IZH35M

Un po' di storia

La prima pistola che è stata progettata da Mikhail Margolin nel 1948 è stata vista per la prima volta nel mondo occidentale ai Campionati del Mondo in Venezuela nel 1954.
(6 anni dopo il progetto)

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_001.jpg
Margolin MCM nella versione standard (1° versione come da progetto).

 

La pistola sparava molto bene, ma tuttavia in questa versione era abbastanza vivace.

Per la nazionale russa è stata fatta qualche modifica, in pratica è stata appesantita in volata con un contrappeso ed è stato aggiunto un supporto per il polso.

Nel corso degli anni '50 e '60 la nazionale russa (URSS) ha vinto sia la Coppa del Mondo che i Giochi olimpici con questo modello.

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_002.jpg
Margolin MCM nella versione modificata (2° versione, da gara).

Queste pistole non erano in commercio e quelle poche che si vedevano erano in mano ai membri del team olimpico russo, la MCM era in pratica una pistola ad “Edizione Limitata” fatta solo per i tiratori di élite dell'URSS.

Solo alcuni membri del team australiano erano riusciti ad averla attraverso il Sig.Taransky,
un ex-russo fuoriuscito dall'URSS.

Erano ottime pistole, per l'epoca, e sono restate tra le migliori fino all'arrivo della Domino 602 che, entrando sulla scena a metà degli anni '70, ha spazzato via tutto quello che c'era prima.

L'ingeniere M. Margolin ha così progettato una nuova pistola che è uscita all'inizio del 1978 la Baikal IJ35M.

Questa nuova pistola, con il contribuito della squadra russa, è stata poi leggermente modificata cambiando anche il nome da IJ35M a IZH 35M un'ottima pistola con un fantastico rapporto qualità-prezzo.

I difetti della IZH 35M sono essenzialmente dovuti alle finiture, estremamente spartane e all'impugnatura, molto discutibile.

La Walther ha fatto un accordo con la Baikal per creare una pistola standard per principianti con un prezzo basso.
La loro KSP200 è in realtà un IZH 35M con alcune piccole modifiche, la meccanica di base è ancora fatta da Baikal ma con una impugnatura molto migliore costruita dalla Morini.

 

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_003.jpgNaturalmente la Walther si fa strapagare per dei piccoli aggiornamenti e il logo Walther.

Ma la Walther KSP200 non è l'unica copia, anche la Feinwerkbau ne ha una a prova della bontà del progetto russo.

La storia della Feinwerkbau AW93 è interessante, perchè la FWB non ha comprato i pezzi meccanici grezzi dalla Baikal come ha fatto la Walther, ma ha comprato la licenza del progetto direttamente dalla vedova dell'ingegnere russo che l'aveva progettata.

Purtroppo la FWB ha incominciato la produzione dell'arma prima di aver definito nei particolari il compenso per la signora, che a quel punto ha alzato il prezzo.

Così è' stato ritardato il suo commercio per un paio di anni, ma alla fine anche la FWB ha avuto il clone di questa pistola. (e la Sig.a più soldi !!!)

Si tratta sempre del progetto della IZH 35M rivisitato e migliorato da ingegneri tedeschi, nel senso che, naturalmente, l'hanno reso più complicato.

Ha un otturatore molto più raffinato e l'impugnatura ha una migliore aderenza rispetto sia della pistola russa che della Walther.

L'ottimo lavoro fatto, naturalmente, si ripercuote sul cartellino del prezzo...

 b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_004.jpg


Osservazioni generali

La qualità è russa, e qui dico tutto !

Tutto ciò che non ha bisogno di rifinitura ...non è rifinito !!!

Ma tutto quello che serve a tirare dritto c'è ed è fatto bene, i pezzi meccanici sono incredibilmente grezzi dove non serve e ben rifiniti nelle parti a contatto.

Tutte le regolazioni sono shooter-makable, direbbero gli Ammerikani.
1) vite per la regolazione del peso dello scatto.
2) qui ci sono 2 viti per regolare la pre-corsa ed il fine-corsa.
3) per regolare la distanza del grilletto dall'impugnatura si svita la vite sopra il grilletto che viene via, così si può riposizionarlo sulla slitta dentata nella posizione voluta.
4) questa leva agisce verso dx e nella posizine 5 sblocca la sicura sull'impugnatura.
5) foro di ispezione e regolazione della sicura.
6) Il cane (nascosto a dx sotto i telaio) gira sul perno di sin. e colpisce l'otturatore (non presente nella foto)

 b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_005.jpg

In questa foto si vede il cane, il pallino rosso è una sicura ottica che ci dice quando il cane è armato.

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_006.jpg
Come ho detto il grosso neo è l'impugnatura che è molto economica, questa è di grandi dimensioni, fatta in modo da poter essere limata ed adattata per poterla personalizzare alla misura della mano, i russi sono così, dicono ”Noi ti facciamo una buona meccanica ben rifinita solo dove serve, così non costa tanto , inoltre non sappiamo la forma della tua mano e quindi arrangiati con lima e cartavetrata!”

La pistola è venduta in una scatola di plasticaccia molto russa, con una serie di attrezzi molto, molto rustici e con molti pezzi di ricambio, per permettere una riparazione veloce anche senza bisogno di un armiere anche se ti trovi in mezzo alla steppa russa, il tutto ben ingrassato, è avvolto in carta oleata dal sapore antico, oltre a 2 caricatori da 6 colpi (perché 6 quando le gare sono su 5 colpi ?) c'è anche un libretto di istruzioni in russo, in tedesco ed in inglese.

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_007.jpg


Per fare una pulizia accurata, è necessario rimuovere l'impugnatura per arrivare alla meccanica, per fortuna la pistola non sembra sporcarsi troppo anche dopo 200 colpi, lei è molto precisa, io un po' meno !

 b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_008.jpg

L'unico difetto meccanico che ho riscontrato è della sicura automatica sull'impugnatura, mi è successo un paio di volte che questa non scattando non liberava il cane.

Ho quindi limato l'impugnatura in legno in corrispondenza del sensore facendolo risaltare di più.

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_009.jpg

Come ho detto l'impugnatura è molto migliorabile, io mi trovo bene con l'impugnatura di una pistola ad aria compressa di proprietà del TSN di Casalmaggiore, una Anschutz, ho chiesto quindi al direttore di poterla prendere in visione e di copiarla.

Subito si sono rivelate le difficoltà nel riprodurla perchè l'inclinazione è molto diversa e anche lo spessore risulta difficile da imitare.

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_010.jpg

Comunque ho passato di carta l'impugnatura e ho preparato uno stucco a base di polvere di legno e resina epossidica, questo l'ho spalmato generosamente ed in maniera grossolana sui punti da maggiorare.

 b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_011.jpg

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_012.jpg

Poi ho limato e passato di cartavetrata il tutto cercando di dare la forma migliore per la mia mano, ho inoltre fatto molti piccoli buchi di 1,5 mm. di diametro e profondi un paio di mm. questi serviranno ad aumentare il grippaggio della mano.

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_013.jpg


Naturalmente ho dovuto pitturare la parte modificata, ho scelto una pittura poliuretanica bicomponente di colore blù vivace e ho dato la 1° mano, poi subito dopo ho buttato dello zucchero sulla pittura ancora fresca nei punti dove volevo un maggior grippaggio.

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_014.jpg


Con la 2° mano ho coperto anche lo zucchero.

 b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_015.jpg

Dopo 3 giorni, a pittura perfettamente polimerizzata, ho passato la cartavetrata rompendo e asportando la pittura sulla punta dei cristalli di zucchero.

Mettendo a bagno le 2 guance lo zucchero si è sciolto lasciando dei piccoli crateri, una volta asciutto ho dato la 3° mano a finire, questa mano ha in parte riempito e livellato sia i fori da 1,5 mm. che i piccoli crateri lasciati dallo zucchero.

Per aiutarvi a capire meglio ho fatto questo disegno.

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_016.jpg


Questo è il risultato prima di dare l'olio al legno, il grip è risultato buono.

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_017.jpg

Ad essere sinceri l'impugnatura dell'Anschutz è più comoda ma questa così modificata è migliore di come era in origine, del resto spessori ed inclinazione non erano ulteriormente modificabili.

La mia pistola è stata fabbricata nell'aprile del 2003.

b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_018.jpg

E' stata importata dalla ditta PrimArmi di Pinerolo e acquistata dalla armeria Regina di Conegliano (TV ) , qui è restata invenduta per anni fintanto che l'ho scoperta e acquistata alla fine del 2014 per € 450,00 naturalmente era nuova e ancora tutta appiccicosa di grasso.

In questi 3 mesi l'ho usata 6 volte con 150-200 colpi per volta, quindi 1000 colpi li ho già fatti, l'unico difetto meccanico riscontrato è stato sulla sicura all'impugnatura ma limando leggermente il legno ho risolto la cosa, l'impugnatura è migliorabile e probabilmente in un prossimo futuro ci spenderò dei soldi.

La precisione è notevole e, come si dice in questi casi, è molto più precisa di quanto io riesco ad esserlo.

 b_650_250_16777215_00_images_recensioni_bahikal_izh_35m_019.jpg

Ciao, Rombaball